Gli ETF e l’halving di Bitcoin: di cosa si tratta

Sia che tu stia muovendo i primi passi nel mondo delle crypto o che tu sia un investitore navigato, è essenziale comprendere il concetto di halving e tutte le news ad esso correlate.

Ultimamente si parla molto della crescita di Bitcoin. Al di là dei valori, che possono essere sempre molto variabili, la crescita dell’interesse verso Bitcoin è un fatto certo, anche da parte di investitori istituzionali e media.

La Crescita di Bitcoin: che succede

Fermo restando che il valore di un asset, o di una moneta digitale, come in questo caso, è associato anche alla fiducia che gli investitori ripongono in quello specifico asset, in questo momento il Bitcoin è sotto i riflettori per due motivi principali:

1) Il lancio del primo ETF su Bitcoin negli USA. Sono stati autorizzati Exchange-Traded Fund (ETF) su Bitcoin negli Stati Uniti, proposti tra gli altri da Blackrock. Questa grande società di gestione patrimoniale, infatti, aveva presentato la domanda per lanciare un ETF su Bitcoin a giugno, ma non era stata l’unico. Erano state tante le richieste presentate dai gestori patrimoniali, oltre a BlackRock: Fidelity Investments, Ark Investment Management, Invesco, WisdomTree, Bitwise Asset Management, Valkyrie e Grayscale Investments.

A luglio, però, la Securities and Exchange Commission (SEC) ha considerato insufficiente la documentazione presentata.
La svolta è arrivata a gennaio, con l’approvazione da parte della SEC di tutti gli ETF proposti.

Questo annuncio, giunto dopo lunghe attese e molte speculazioni, ha sconvolto il panorama finanziario e catalizzato l’attenzione degli investitori globali. Il ruolo di BlackRock, oltre a consolidare la sua posizione di leader del settore finanziario, ha anche contribuito a ridefinire la narrativa su Bitcoin in maniera molto positiva. In poche settimane sono stati raccolti oltre 10 miliardi di dollari, più velocemente di qualsiasi altro ETF americano nella storia. Questo fatto non è passato inosservato e ha inciso sul valore e sull’interesse.

2) L’halving, un processo associato al protocollo Bitcoin che si aspetta per il prossimo aprile. Bitcoin è una moneta che ha un obiettivo deflattivo, il suo meccanismo tecnologico è basato sulla scarsità. I bitcoin vengono “immessi” nel mercato attraverso il mining, un processo digitale che permette di mantenere sicura la rete Bitcoin, verificare le transazioni e premiare chi si occupa di queste attività, attraverso la concessione / elargizione di Bitcoin. I minatori, quindi, lavorano per sostenere la rete Bitcoin, raccolgono le transazioni non confermate dalla rete e le verificano rispetto alle regole di Bitcoin. Queste transazioni verificate vengono raggruppate in un “blocco” della Blockchain. Per aggiungere il blocco alla blockchain, i minatori devono risolvere dei quesiti crittografici. Questo processo richiede potenza computazionale ed è noto come “prova di lavoro”.

Che cos’è l’halving e qual è la sua storia

L’halving di Bitcoin – che vuol dire dimezzamento – è un evento che si verifica circa ogni 4 anni. Durante l’halving viene dimezzata la ricompensa che i minatori ricevono per aggiungere un nuovo blocco alla blockchain di Bitcoin. Questo meccanismo è stato progettato per controllare l’inflazione, rendendo i nuovi Bitcoin sempre più difficili da “estrarre” nel tempo.

Storicamente, l’halving ha avuto un impatto significativo sul prezzo di Bitcoin. Nei mesi e negli anni successivi all’halving, spesso si è osservato un aumento del prezzo. Ma quali Halving ci sono stati in passato?

  • Primo Halving (28 novembre 2012): la ricompensa per il mining è stata ridotta da 50 a 25 BTC. Dopo questo halving, il prezzo di Bitcoin raggiunse i circa $1200.
  • Secondo Halving (9 luglio 2016): la ricompensa per il mining è stata ridotta da 25 a 12,5 BTC. Anche in questo caso, dopo l’halving, il prezzo di Bitcoin ha registrato un nuovo record, a circa $20000.
  • Terzo Halving (11 maggio 2020): la ricompensa per il mining è stata ridotta da 12,5 a 6,25 BTC. Anche dopo questo halving, il prezzo di Bitcoin ha registrato un nuovo record a circa $70000.

Cosa ci si aspetta in futuro?

Il prossimo halving sarà ad aprile 2024 e ridurrà la ricompensa per blocco da 6.25 Bitcoin a 3.125 Bitcoin. Questo evento è significativo perché influisce sull’offerta di nuovi Bitcoin, potenzialmente aumentandone il valore se la domanda rimane costante o aumenta.

Nel periodo immediatamente precedente all’halving, la scarsità e l’attesa dell’evento hanno già portato a un forte sentimento di mercato positivo e a movimenti di prezzo.

Dopo il prossimo halving ci sarà un altro halving intorno al 2028 e, successivamente, gli halving continueranno ad avvenire approssimativamente ogni quattro anni, riducendo progressivamente la ricompensa per il mining fino a che non saranno stati generati tutti i 21 milioni di Bitcoin previsti dal protocollo.

...
News dai Mercati
Eligio Regalado: il pastore che avrebbe intascato oltre 3 milioni attraverso una frode crypto
...
News dai Mercati
Nuova emissione di BTP Valore: analisi e strategie per l’investitore nel 2024
...
News dai Mercati
Il Flash Crash del 2010: quando un trader fece crollare Wall Street in un minuto