La Rivoluzione di Bitcoin: Sec Approva il Primo ETF a Wall Street

Tutte le implicazioni di questo evento storico e come potrebbe cambiare il panorama finanziario globale.

Sec Approva il Primo ETF a Wall Street

Con l’approvazione del primo Exchange-Traded Fund (ETF) su Bitcoin da parte della Securities and Exchange Commission (SEC), il mondo delle criptovalute ha segnato una pietra miliare storica su Wall Street. Questo annuncio, giunto dopo lunghe attese e molte speculazioni, ha sconvolto il panorama finanziario e catalizzato l’attenzione degli investitori globali.

Il rimbalzo di Bitcoin e l’entusiasmo iniziale

Il momento tanto atteso ha portato ad un immediato rimbalzo del prezzo di Bitcoin, che ha superato la soglia dei 46.000 dollari, riportando la capitalizzazione totale della criptovaluta in area 1000 miliardi di dollari. L’approvazione della SEC ha fornito una spinta significativa alla fiducia degli investitori, sottolineando il ruolo di Bitcoin come classe di attività sempre più accettata.

Blackrock e il cambio di narrativa per Bitcoin

Dopo che il mercato ha assistito a una rapida risposta di Bitcoin superando i 46.000 dollari, riportando la capitalizzazione della criptovaluta oltre mille miliardi di dollari, l’interrogativo ora è se questo slancio potrà essere mantenuto nel breve termine o se, nelle prossime sessioni, si verificherà una correzione, alimentata dalla tendenza a “vendere la notizia”. La preoccupazione è che coloro che hanno sfruttato l’ascesa di Bitcoin negli ultimi mesi, sulla base delle aspettative legate a questa notizia, possano ora decidere di incassare i loro profitti.

In molti vedono questo momento paragonabile a quanto accaduto nel 2004 per l’oro fisico, quando il primo ETF legato al metallo giallo ha fatto il suo debutto a Wall Street. La partecipazione di BlackRock, la principale casa di investimenti al mondo con masse gestite per 10.000 miliardi di dollari, tra le 11 case di investimento coinvolte è stata particolarmente significativa. La presa di posizione di BlackRock, precedentemente favorevole con 575 sì su 576 domande di ETF, ha gradualmente convinto gli investitori dell’approvazione imminente.

Il ruolo di BlackRock, oltre a consolidare la sua posizione di leader del settore finanziario, ha anche contribuito a ridefinire la narrativa su Bitcoin. Da essere considerato una “moneta per il riciclaggio”, secondo l’ex definizione del CEO di BlackRock, Larry Fink, Bitcoin è ora etichettato come “oro digitale”, una trasformazione cruciale nella percezione del suo valore e della sua rilevanza nel panorama finanziario mondiale.

Segnali da Gensler (SEC): Criptovalute sotto l’occhio vigile dell’autorità

In risposta alle recenti decisioni sulla quotazione di un Exchange Traded Fund (ETF) su Bitcoin, Gary Gensler, il presidente della Securities and Exchange Commission (SEC), ha delineato la sua posizione. Ha sostenuto che, considerate le circostanze attuali e quelle discusse approfonditamente nel processo di approvazione, il percorso più sostenibile è quello di consentire la quotazione e la negoziazione di azioni ETF legate al prezzo spot del Bitcoin. Tuttavia, è stato enfatico nel sottolineare che ciò non implica un sostegno o un’approvazione della SEC nei confronti del Bitcoin stesso. Gensler ha esortato gli investitori alla prudenza, avvertendo dei numerosi rischi associati al Bitcoin e ai prodotti finanziari correlati alle criptovalute.

Particolarmente rilevante è il suo avvertimento sulle potenziali frodi e manipolazioni all’interno del mercato dei Bitcoin. Tale affermazione ha acquisito maggiore risonanza martedì, quando l’account “X” ufficiale della SEC, è stato compromesso da hacker. Questo incidente ha messo in evidenza la vulnerabilità e la complessità del mercato delle criptovalute, fornendo ulteriori argomentazioni a coloro che sostengono la necessità di un approccio cauto verso l’adozione di prodotti finanziari legati alle criptovalute.

Dopo Bitcoin, quale sarà il prossimo?

Con l’approvazione della SEC degli Stati Uniti all’Exchange-Traded Fund (ETF) spot su Bitcoin, l’intero panorama delle criptovalute si è infiammato.

Tra le principali beneficiarie di questa decisione si può trovare Ether, la seconda criptovaluta per capitalizzazione di mercato, che ha registrato una crescita del 9% nelle ultime 24 ore, toccando i 2.585 dollari. In confronto, Bitcoin è rimasto relativamente stabile a 46.070 dollari, evidenziando un balzo superiore al 160% nell’ultimo anno.

Questa disparità suggerisce che i trader stanno anticipando l’approvazione degli ETF che investono direttamente in Ether da parte della SEC, e per questo motivo, il prezzo del token potrebbe non aver ancora riflesso appieno questa prospettiva.

A differenza di Bitcoin, Ether sembra avere ancora spazio per crescere, alimentando speculazioni sul suo potenziale rally. Richard Galvin, co-fondatore di DACM, un gestore di crypto asset con sede a Sydney, sottolinea: “Con le dimensioni, la liquidità e i futures CME esistenti, Ether ha gli attributi, utilizzando il modello Bitcoin ormai di successo, che rendono praticabile un ETF fisico statunitense”.

Galvin suggerisce che gli ETF su Ether potrebbero semplificare il processo tecnico dello staking, rendendo questi prodotti più allettanti per gli investitori. Nonostante Ether abbia sottoperformato Bitcoin nel corso del 2023, l’entusiasmo per gli ETF Bitcoin ha contribuito a ridurre questo divario, e analisti come Laurence Smith di Consensys prevedono che l’approvazione degli ETF su Ether potrebbe essere la prossima tappa.

...
DeFi
Cyber Warfare: la guerra ai tempi delle Criptovalute
...
DeFi
Dichiarazione dei Redditi sulle Criptovalute 2024
...
DeFi
Le Quattro Principali Piattaforme DeFi da Tenere d’Occhio nel 2024