Dinamiche del mercato: scommesse, elezioni e impatti geopolitici

Dall’intelligenza artificiale alle implicazioni dei tassi d’interesse, una prospettiva completa sulle sfide e le opportunità che caratterizzano l’attuale scenario economico globale.

Dopo mesi nei quali si sono susseguite aspettative di un imminente peggioramento, i commentatori fanno ora fatica a trovare elementi preoccupanti nello scenario.

Il mercato azionario continua, infatti, a registrare un trend positivo, con i principali listini che toccano massimi storici.

Nel frattempo, però, si avverte un crescente atteggiamento di prudenza tra gli investitori.
Per questo motivo, in questo contesto, diventa cruciale esaminare attentamente i potenziali rischi che potrebbero compromettere lo scenario di un “soft landing”, un rallentamento della crescita economica che non si trasforma in una recessione, tanto auspicato dai mercati.

«Il pericolo più grande è quello che non si vede» diceva Sun Tzu nell’Arte della Guerra. Infatti, è in queste circostanze che aumenta il rischio di sorprese negative.

Le Grandi Scommesse del Mercato: Intelligenza Artificiale e Tassi d’Interesse

Iniziamo col dire che il mercato si trova ad affrontare due grandi scommesse. La prima riguarda l’adozione sempre più diffusa dell’intelligenza artificiale, con società del settore che stanno raggiugendo capitalizzazioni di mercato enormi, trasformando gli equilibri borsistici mondiali.

Il forte hype attorno a questo settore ha portato a un cambiamento significativo, con investimenti performanti concentrati principalmente nei cosiddetti “Magnifici 7” (Microsoft, Google, Amazon, Nvidia, Meta, Apple e Testa). Nello stesso settore Tech però dobbiamo prestare attenzione alle dispersioni settoriali che restano importanti e alle valutazioni che in termini relativi appaiono un po’ tirate.

La seconda scommessa riguarda invece l’aspettativa del mercato che i tassi d’interesse scenderanno nel corso dell’anno, in attesa delle decisioni delle Banche Centrali.
L’inflazione nel corso dell’anno ha mostrato un percorso di normalizzazione, che seppur non lineare negli ultimi mesi, per ora non sta sacrificando la crescita (soprattutto se guardiamo agli USA).

Potenziali Sfide e Incertezze Economiche

A questo punto, è fondamentale analizzare le possibili sfide e le incertezze che potrebbero influenzare il panorama economico. Esistono segnali di una potenziale crescita negativa che richiedono attenzione. Tra questi, vi è il rischio di un aumento dell’inflazione, alimentato dall’incremento dei salari e dalle tensioni geopolitiche, tra cui la crisi nel Mar Rosso e il conflitto in Medio Oriente, che stanno causando significative deviazioni nel commercio internazionale. In particolare, il recente calo del 50% nel transito nel canale di Suez negli ultimi due mesi è un importante segnale.

Nonostante l’attenzione attuale del mercato sia concentrata sulle politiche monetarie e sull’adozione dell’intelligenza artificiale, non possiamo trascurare il fatto che quest’anno sarà caratterizzato da un numero record di elezioni in tutto il mondo. Questi eventi, soprattutto/in particolare l’attesissima sfida tra Biden e Trump alle elezioni presidenziali USA del 5 novembre, avranno una ripercussione significativa sull’andamento del mercato e sulle relazioni internazionali. Ma nelle elezioni USA sarà il tema della politica fiscale ad avere più rilevanza, in particolare, la possibile proroga o scadenza dei principali sgravi fiscali varati durante l’amministrazione Trump, e il limite del debito degli Stati Uniti saranno temi centrali che influenzeranno a lungo termine il mercato, soprattutto quello obbligazionario sulle scadenze più a lungo termine.

Le Elezioni e le Tensioni Geopolitiche: Un Focus Necessario

Nei prossimi mesi l’attenzione dei mercati sul calendario elettorale aumenterà e le tensioni geopolitiche renderanno ancora più rilevanti questi appuntamenti. Le elezioni europee di inizio giugno, nonostante la più scarsa partecipazione rispetto a quelle dei singoli Paesi, quest’anno potrebbero suscitare un interesse maggiore, data la difficile situazione economica dell’Europa, in particolare della Germania.

Questo paese, considerato la locomotiva economica dell’Europa, sta affrontando una recessione e una crescita economica tra le più basse del G20.

Da qui in avanti, è essenziale considerare attentamente, nella gestione degli investimenti, possibili eventi di coda e fattori di rischio per l’economia, partecipando al mercato con maggiore prudenza e selettività in un contesto di potenziale aumento della volatilità e delle correlazioni tra gli asset che restano elevate.

...
Analisi Finanziarie
Il Futuro dell’Energia: il ruolo cruciale delle Smart Grid in Europa
...
Analisi Finanziarie
Lo Yen tocca i minimi storici: cause e prospettive future
...
Analisi Finanziarie
Cambiamento e continuità: prospettive sui mercati globali nel 2024